domenica 18 febbraio 2018

Insalatina di spinaci e avocado al sugo di ribes

Dal ricettario americano della mia amica Mercedes (con le immancabili variazioni). un antipasto gustosissimo.
Per 4-6 persone occorrono:
500 g spinacini
1 avocado a fettine irrorate di limone
1 vaschetta di ribes
aceto di mele, olio evo, sale e pepe
Si sgranano i ribes (meno l'eventuale rametto di decorazione), si lavano e si passano al passaverdura. Si uniscono 2 cucchiai di aceto e si filtra. Si uniscono 8 cucchiai d olio, si assaggia, si sala e si pepa. Con questa emulsione si condiscono gli spinacini e l'avocado e il piatto é pronto. Quel che non ho fatto (ed era nella ricetta) é di aggiungervi del prosciutto d'oca a dadi e guarnire con fette d'arancia. 

martedì 13 febbraio 2018

Penne al sugo di mandorle pomodorini confit

Un piatto per invocare il bel tempo. Caldo sì ma ricorda quasi l'estate.Veniamo al dunque.
Per 4 persone occorrono:
400 g penne
100 g polvere di mandorle
3 g parmigiano
buccia grattugiata di mezzo limone
20-25 pomodorini
zucchero
olive nere
olio
Punto primo. Tagliare a metà i pomodorini, spolverarli di zucchero e metterli in forno a 80° per 45 minuti. Unire la farina di mandorle al formaggio e alla buccia di limone. Lessare la pasta e con dell'acqua di cottura fare una cremina con le mandorle e il parmigiano. Condirvi la pasta eventualmente aiutandosi con dell'olio. Unire le olive nere denocciolate e i pomodorini e servire.

venerdì 9 febbraio 2018

Carciofi al parmigiano a cubotti

Un'ennesima ricetta ai carciofi? Eh, sì. Prima che finiscano ne faccio scorpacciate. Questi possono essere un piatto unico se non un sostanzioso contorno ad un arrosto.
Hanno una golosa copertura di grana, mollica e parmigiano...
Occorrono per 4-5 persone:
5-6 carciofi puliti e affettati
3 uova
60 g grana padano grattugiato
60 g mollica di pane casereccio ammollata nel latte
aglio, olio, maggiorana
sale e pepe
Nell'olio si insaporiscono i carciofi con uno spicchio di aglio. A parte si sbattono le uova intere con sale pepe e maggiorana. Si mescolano al formaggio e al pane strizzato. Cotti i carciofi per una decina di minuti, si sistemano in una teglia da forno leggermente oliata e si ricoprono con il composto di uova. In forno per un quarto d'ora a 200°. Per tagliarli a quadrotti: basterà aspettare un pochino e poi eventualmente riscaldarli.

.

sabato 3 febbraio 2018

Bavarese rosata con ribes

I dolci al cucchiaio, una vera passione! Questo budino rosato profuma di cassis, é una vera golosità ed é bello a vedersi.
Quel che occorre per 6-8 persone é:
300 g yogurt bianco intero
250 g panna montata
60 g zucchero al velo o Zefiro
1 bicchierino di crème de Cassis
1 bicchierino di latte
2 fogli di colla di pesce
olio di mandorle
per decorare:
1 vaschetta di ribes
1 bicchierino di crème de Cassis
1 cucchiaio colmo di zucchero
Si dolcifica con lo zucchero lo yogurt e si unisce il bicchierino di Cassis. Si mette in ammollo la colla di pesce. Nel frattempo si unge di olio di mandorle uno stampo e si scaldamo in un pentolino i ribes con il Cassis e lo zucchero. Quando sono "sciropposi", si spegne il fuoco e si fanno raffreddare. Si strizza la colla di pesce e si fa sciogliere nel latte. Poi, attraverso un passino si fa colare nello yogurt, mescolando bene. A questo punto si unisce la panna montata e si versa tutto nello stampo. Dopo qualche ora, si potrà rovesciare in un piatto da portata e decorare con ribes e sciroppo.

lunedì 29 gennaio 2018

Tagliolini al finto sugo di arrosto

Mi ricorda gli spaghetti cacio e pepe questo gustoso piatto ma la cosa non é del tutto giustificata. Il finto sugo d'arrosto si ottiene così. Si mette in pentola (non in padella) una noce di burro e si fa sciogliere con uno spicchio di aglio. Si uniscono 6-7 foglie di salvia e si lascia scaldare fino a quasi sfiorare il color nocciola. Poi, si unisce una tazza da caffelatte di brodo e si fa cuocere per sette-otto minuti. Quindi, si tolgono aglio e salvia. Mentre si fa cuocere la pasta (in quantità adatta a due porzioni), si unisce al "sugo" del parmigiano in abbondanza, ma non tanto da formare una cremina. Dopo due-tre minuti di cottura in acqua salata, i tagliolini si scolano e si buttano nella pentola del sugo dove finiranno di cuocere  per almeno un altro minuto. Quindi, si impiatta con una spolveratina supplementare di formaggio. Semplice ma davvero buono. 

domenica 21 gennaio 2018

Crostata di catalogna

Una torta salata inedita per sfruttare la catalogna in questo periodo di puntarelle.
Per 6 persone occorrono:
250 g ricotta vaccina
3 pugni di catalogna lessata (il "verde" di due cespi di puntarelle)
1 pugno di dadini di pancetta
1 uovo
3 fette di mortadella
poca senape dolce
1 cucchiaio di parmigiano
1 sfoglia rettangolare
poco latte
olio, aglio, sale, pepe
Si passa al mixer la catalogna . Si insaporisce in un po' di olio e uno spicchietto di aglio in cui si sono rosolati i dadini di pancetta. Si mischia alla ricotta, al parmigiano e all'uovo intero. Si sala e si pepa. Si stende la pasta (da cui si ritagliano due rettangoli) e si copre con la mortadella. Si spalma questa con un velo di senape. Si versa l'impasto, si decora con l'altra pasta sfoglia a strisce. Si bagna con latte la pasta e si inforna la crostata a 180° per 40 minuti.


mercoledì 17 gennaio 2018

Polpettone con zucchine e mozzarella su un letto di taleggio

 
E' un piatto leggero e, nonostante le insapori zucchine, appetitoso.
Per 4-6 persone occorrono:
500 g pane raffermo
3 hg zucchine
150 g mozzarella
1 uovo
50 g parmigiano
50 g pangrattato
olio, sale e pepe
1 hg taleggio
latte
Mettere a bagno il pane e poi strizzarlo bene. Fare a fettine le zucchine, rosolarle in poco olio, salarle e peparle. Fare a tocchetti la mozzarella.
Riunire pane, pangrattato, zucchine, uovo e parmigiano e formare, su carta forno, un polpettoncino. Aprirlo, sistemare la mozzarella e richiuderlo. Avvolgerlo nella carta forno, legare alle estremità e, se occorre, anche in mezzo. In forno a 200° per circa mezz'ora. Poi, mentre raffredda un po', sciogliere il taleggio in un pochino di latte ottenendo una crema. Versarla su un piatto e sistemare sopra le fette di polpettone.