martedì 27 giugno 2017

Caprino con frutta agrodolce

Fichi, albicocche e susine. Più un'aggiunta di noci. Il nostro caprino ne viene circondato e diventa un protagonista. I fichi, ben lavati e tagliati a metà, sono stati spruzzati di aceto balsamico. Poi assieme alle metà albicocche sono passati in forno per circa 20 minuti a 200°. Le fette di susine son state zuccherate e messe nel microonde fino allo scioglimento dello zucchero. Nel piatto il sughetto delle susine é stato colato sul caprino. In certe giornate in cui l'estate sembra essere scomparsa per cedere il posto ad un clima autunnale, un allegro formaggio come questo può far piacere. O no?

giovedì 22 giugno 2017

La "frittata" greca

Appetitoso e rustico. Un piatto unico o antipasto che si prepara così.
Per 4-6 persone si soffrigge una bella cipolla, poi si uniscono dei filetti di peperone verde (io ne ho usati 4 di quelli lunghi e stretti) e un pomodoro a quadratini senza i semi. A questo punto si versa in padella un mix di 100 g di feta sbriciolato e due uova sbattute. Pochi minuti e si guarnisce con fette di salsiccia che si fanno cuocere per altri cinque minuti circa. E' pronto!

lunedì 19 giugno 2017

Crostatina con uva e "sbegge" o "sbergie" o pesche merendelle

Non si presenta benissimo (pure la foto fa pietà) ma é molto buona. Grazie soprattutto alle dolcissime mini-pesche che crescono in Sicilia, alla falde dell'Etna. Si chiamano in più modi: oltre ai nomi nel titolo, anche quello che usa il mio fruttivendolo: peschine. Ve le avevo presentate anni fa, la prima volta che le avevo viste. Sono davvero squisite. Le ho abbinate all'uva senza semi e sistemate su una coltre di crema pasticciera.
Le dosi sono queste per 6-8 persone:
una decina di peschine snocciolate e aperte in due
un grappolino di uva senza semi
due savoiardi o altri biscotti
per la crema: uova (4 tuorli), zucchero (120 g), latte (4 hg), farina (40 g) + buccia grattugiata di limone
per la frolla: farina (250 g), burro (120 g), 2 tuorli, grattata di buccia di limone, vanillina
C'é bisogno di tante spiegazioni? Non credo. I savoiardi li ho messi sbriciolati sopra la base di frolla ovvero sotto la crema. La cottura é sui soliti 40 minuti a 180°.

mercoledì 14 giugno 2017

Tartare di tonno (in scatola)

Una tartare anomala? Un pochino. Comunque, un antipasto estivo fresco e appetitoso. Premetto subito che il mio esperimento va corretto. Ho sbagliato a non tagliare i pomodori a quadretti piccoli, piccoli. Avrebbero garantito una forma perfetta alla mia tartare.
Dunque, ho sminuzzato il tonno all'olio dopo averlo scolato. L'ho mischiato a dei capperi sottaceto sciacquati bene. I pomodori a piccoli pezzi li ho uniti a filetti di cipolla di Tropea e conditi con olio evo e sale. Dopo aver messo il tutto nel coppapasta ho pigiato un po'. Quando poi ho servito l'anomala tartare, ho sistemato in cima un cucchiaio di maionese.

domenica 11 giugno 2017

Madeleins gialle al grana e rosmarino

Quelle di Baudelaire non profumavano di rosmarino e forse il poeta aveva il ricordo di madeleines...in perfetta forma. Non come le mie. Comunque, queste sono quelle che ho preparato io, incorporando un trito appunto degli aghi di rosmarino del giardino, in campagna, e "avvicinandomi" alla curcuma.
Per 8 madeleines occorrono:
120 g farina 00
2 uova
1 bicchiere scarso di latte intero
1 hg grana padano grattugiato
una manciata di aghi di rosmarino tritatissimi
6 g lievito in polvere
un pizzicone di curcuma
sale e pepe nero
olio per lo stampo
La procedura é facilissima: sbattere le uova, unire il latte, setacciare la farina e unirla mescolando bene. Incorporare il rosmarino, la curcuma (pare sia una vera panacea) e il lievito. Mescolare ancora bene. Salare e pepare. Lasciare riposare l'impasto. Oliare le formine per madeleines. Versare in ciascuna un pochino di impasto tenendo presente che gonfierà. Cuocere in forno a 200° o poco meno per circa 20 minuti. Io le vedo bene anche come panini da farcire con qualche salume.

mercoledì 7 giugno 2017

Pasta fredda

Facilissima e veloce. Si prepara il condimento così. Occorrono un ciuffo di prezzemolo, una bella manciata di mandorlame a piacere (mandorle, noci, pistacchi, anacardi etc), la scorza gialla di due spicchi di limone naturale, il succo del limone e dell'olio evo. Si frulla ben bene. Si aggiunge un pizzicone di peperoncino secco, si aggiusta di sale e pepe e ci si condisce la pasta.
Più semplice di così...

venerdì 2 giugno 2017

Filetto di maiale saporito

Io trovo che la carne di maiale sia più saporita di altre. Quella bianca di pollame e affini non piace al consorte. Quella rossa sono io a non apprezzarla moltissimo. Sicchè mi butto spesso su lonza, filetto e braciole suine. Questa semplice, semplice preparazione piace a tutti.
Per 6-8 persone occorrono: 
2 filetti di maiale da tagliare a tocchi
1 bicchiere di aceto balsamico
olio, burro
aglio
farina
sale, pepe nero
Basta infarinare i pezzi di carne e farli rosolare in olio e burro. Per qualche ora saranno stati a marinare in olio  profumato da qualche spicchio di aglio. Quando la carne é quasi del tutto cotta, si aggiunge l'aceto balsamico e si termina la cottura. Sale e pepe nero ed é pronta!