lunedì 26 settembre 2016

Facilissima e velocissima questa frolla!

A permettermi questa scoperta é stata la zia di un nipote acquisito. Incredibile ma vero: con questo procedimento la frolla viene ottima e si ottiene davvero velocemente.
Per una teglia di 25 cm di diametro occorrono:
300 g farina 00
3 tuorli
150 g zucchero
150 g burro
una grattugiata di scorza di limone
Qui sta il bello: il burro va fuso! Si mescola a tutti gli altri ingredienti e non occorre frigorifero. La pasta ottenuto la si "spalma" con le dita nella teglia (imburrata e infarinata o coperta da carta forno). Nella foto, la pasta é scura perchè é stato usato il fruttosio al posto dello zucchero. La marmellata era di fragoline... Insomma, una squisitezza.

mercoledì 21 settembre 2016

Arrosto settembrino

E' carino perchè é colorato. La carne é filetto di maiale avvoltolato nella pancetta. L'ho cotto in burro e olio, sfumando con cognac e salandolo appena. In 30 minuti o poco più era pronto.A parte ho cotto in un pochino di burro delle fette di mela verde e, dieci minuti dopo, le ho rivoltate e ho aggiunto in padella dei fichi a metà e in quarti. Ho aggiunto una cucchiaiata di sugo della carne e un pochino di acqua quando ho visto che si stavano asciugando troppo. Alla fine, ho affettato la carne, l'ho rimessa in padella unendo la frutta. Un attimo di calore e in tavola.

venerdì 16 settembre 2016

Gaspacho di fine estate

Può essere un primo come gaspacho reinventato (e cioé sostituendo il  pomodoro con polpa di mango) oppure un dip da servire all'aperitivo. Comunque, visto che il tempo regge, anzi si mantiene estivo, si può celebrare l'avvicinarsi di fine estate proponendolo come primo piatto.  Per tre persone, occorrono:
1 mango maturo
il succo di un limone
la mollica di mezza baguette
1 pomodoro perino
un quinto di peperone
mezzo cetriolo
una fetta di cipolla
sale
+ ghiaccio, se volete
+ patatine se usato come dip
+ ortaggi per decorare
Il procedimento é supersemplice: si frulla la polpa di mango, la mollica. il pomodoro, il cetriolo e la cipolla. Si sala e si aggiunge il succo del limone. Si tagliano a dadini piccoli gli ortaggi da usare per decorare, si unisce qualche cubetto di ghiaccio e il piatto é pronto. Con o senza patatite fritte.


lunedì 12 settembre 2016

Cuoche furbe in cucina

Trucchetto dell'anziana madre. Per non avere spicchi di aglio e soprattutto aghi di rosmarino nella sua pasta e ceci, la cuoce tenendo gli odori in un passino. I profumi sono assicurati senza il fastidio di andare a ripescare "ospiti" indesiderati.

giovedì 8 settembre 2016

Cosce di quaglia al Morellino

Queste coscette sono ottime ma non per...schifiltosi come il mio maritino. Perchè? Perchè é difficile mangiarle con le posate, bisogna... passare alle mani. Acchiapparne una dopo l'altra e divorarsele. Per il resto sono davvero ottime. Le ho arrostite in padella in un pochino di olio con aglio e rosmarino e a metà cottura, le ho sale, pepate e irrorate di buon vino rosso. Avevo del Morellino di Scansano e quello ho usato. Il riso é semplicemente lessato e poi condito con il sughetto.

sabato 3 settembre 2016

Rotolini gustosi e velocissimi al jamon serrano

Non storcete il naso... Ho usato le sottilissime di pollo che si trovano in ogni super e le ho accoppiate al jamon serrano, prosciutto saporito che ha evitato il sale. Ho fatto i rotolini - non occorre fissarli con stecchini o spago - e li ho cotti in padella sfumando con vino bianco. Una volta cotti, li ho affettati e li ho serviti spolverati con grana. Beh, non sarà un piatto da chef ma é stato apprezzato da tutti!

venerdì 26 agosto 2016

Tagliolini alle alici

Ottima e veloce ricettina. L'amica che me l'ha suggerita usa la colatura di alici che non é facile da trovare. Quindi, l'ho rivisitata così. Ho fatto fondere del burro e aggiunto un pochino di olio. In questa stessa padellina ho messo a disfarsi delle acciughe sott'olio. I tagliolini cotti li ho conditi con questo sugo passato attraverso un colino. Poi, sopra, ho messo qua e là dei pezzetti di acciuga e ho spolverizzato con buccia di lime grattata. Niente altro. E niente male!