lunedì 10 giugno 2019

Mezze maniche di primavera

Entrano di nuovo in scena gli asparagi. Per questo primo li ho lessati e poi frullati con un pochino di panna, salandoli. In un padellino ho rosolato dei dadi di pancetta. Una volta cotta la pasta, aiutandomi con un po' d'acqua di cottura, l'ho condita con la salsa di asparagi. Ho cosparso poi le mie mezze maniche con la pancetta croccante e ho spolverato con grana padano. Un ottimo inizio di pranzo!

domenica 2 giugno 2019

Il peposo

Voi lo conoscete tutti? Io non ne sapevo nulla e l'ho assaggiato di recente in Valdichiana restandone incantata. Forse perchè la carne era vera chianina? E' una stracotto davvero gustoso. Comunque, si fa così.
Per 6 persone occorrono:
7-8 hg di scamone
1 l di buon vino rosso (il Chianti sarebbe d'obbligo)
4-5 spicchi di aglio
15 grani di pepe nero più una spolverata di altro pepe
salvia, rosmarino
olio, sale
pane toscano
cannellini di contorno
Fare marinare la carne tagliata a piccoli pezzi nel vino, il pepe e gli odori per un'ora o più. Oliare una pentola di coccio e versarvi il tutto salando adeguatamente. Fare cuocere a fuoco basso e con coperchio per almeno due ore e mezzo. Poi, tostare e oliare delle fette di pane toscano e servire. Con o senza cannellini o un più nordico puré.

lunedì 27 maggio 2019

Corolle con l'aperitivo

Visto che sono mangiabili, perchè non usare le corolle di parmigiano come contenitori per nocciolame da aperitivo?

martedì 21 maggio 2019

Gli allegri rotoli con la maionese sprint

I rotoli sono due, a fette intervallate, anche se non si vedono. Uno é di sgombro sott'olio ed é cotto, l'altro é di ventresca di tonno in scatola e non é cotto. L'insalata russa é...facilitata in quanto ho usato una busta Picard di carote, patate e piselli, proprio per insalate russe, e la maionese é quella leggera con lo yogurt greco che si fa in un minuto e mezzo. Dunque, con queste dosi si accontentano circa 10 persone.
Per il rotolo allo sgombro:
4 hg sgombro sgocciolato
2 hg e mezzo patate sbucciate
3 uova
40 g pangrattato
30 g grana
scorza limone grattugiata
sale e pepe
Si lessano le patate, si passano e si mescolano a tutti gli altri ingredienti. Su pellicola si forma un polpettone, si chiude bene e si mette a cuocere in una pentola di acqua bollente per 45 minuti. Si lascia raffreddare e poi si toglie la pellicola e si affetta.
Per il rotolo di tonno:
6 hg e mezzo di patate sbucciate
2 hg e mezzo di ventresca sgocciolata
2 cucchiaiate di capperi
scorza di limone, sale e pepe
Stessa procedura di cui sopra ma il rotolo, ben stretto, si mette in frigorifero
Per la maionese facile e leggera:
3 hg yogurt greco
il succo di un limone e mezzo
3 tuorli
mezzo litro di olio Cuore
sale
Si uniscono tutti gli ingredienti nel bicchierone e con Minipimer si agisce per circa un minuto e mezzo.
Per comodità, i rotoli li ho preparati il giorno prima. L'assemblaggio, la parte più divertente. La foto mostra una quantità inferiore a quella ottenuta con le dosi indicate.

giovedì 16 maggio 2019

La zuppa del Ramadan marocchino

Si chiama harira ed é la zuppa che i marocchini musulmani devoti mangiano la sera, al calar del sole, dopo la giornata di digiuno. Quasi sempre, per tutto il periodo del Ramadan. Non metto dosi perchè ho fatto a occhio e credo lo si possa proprio fare, aumentando o diminuendo gli ingredienti secondo il proprio gusto. 
Occorrono:
ceci ammollati per una notte
lenticchie
pezzi di vitello (tradizionalmente di montone)
pomodorini
concentrato di pomodoro
soffritto di cipolla, aglio e sedano
olio
cannella, zenzero
coriandolo, prezzemolo
sale e pepe nero
limone e farina
eventuali triangoli di pane tostato
Si comincia con il soffritto in abbondante olio. Nella stessa pentola si rosola la carne. Poi si ricopre con acqua calda, si aggiungono i pomodorini, il concentrato e i ceci e si fa cuocere per almeno tre quarti d'ora. Si aggiungono le lenticchie, il coriandolo (tritato o no), il prezzemolo tritato, abbondanti cannella e zenzero, sale e pepe. Aggiungendo acqua, si fa cuocere ancora. In ultimo, si mischia il succo di limone (abbondante) a farina ottenendo una crema, si mescola alla zuppa che così diventerà un pochino densa e finalmente si potrà servire. Con o senza pane. Il mio portiere  Jamal dice che la mamma mette mezzo limone naturale a cuocere con tutto il resto e la farina la rende crema con acqua. Su Internet ho visto quest'altra versione. Laboriosetta ma molto gustosa l'harira. Mentre la cucinavo, la mia aiutante peruviana mi parla del menestron, una zuppa simile con pezzi di carne diversa, senza pomodori ma stessi legumi più fave, piselli secchi, germogli di soia e basilico. Non hanno Ramadan laggiù, al fin del mundo, ma un piatto molto simile all'harira che viene gustato nei giorni di festa.

venerdì 10 maggio 2019

L'appetitoso gateau di patate (con prosciutto)

Questo é un piatto modesto ma davvero appagante. E che piace a tutti. Il prosciutto cotto che io aggiungo al tradizionale gateau di patate non é regolamentare ma, mi dico, contribuisce a rendere la ricetta un piatto unico. A qualcuno piace aggiungere salame.
Per 5-6 persone occorrono:
6 patate medie
1 hg prosciutto cotto tritato
1 hg mozzarella
2 uova
2 cucchiaiate di parmigiano
sale, pepe e noce moscata
burro
pangrattato
Si comincia tagliando a dadi la mozzarella e facendola scolare bene. Poi occorre ottenere un puré e quindi si lessano le patate e si schiacciano condendole poi con sale, pepe e noce moscata. Si uniscono le uova e il formaggio grana, si mescola e si versa infine nell'impasto il prosciutto e la mozzarella scolata. Si imburra una teglia e si cosparge di pangrattato. Si riempie con il gateau, si spolvera di altro pangrattato e si inforna. A 180° per almeno mezz'ora. Ed ecco che si può gustare questo comfort food per eccellenza.

sabato 4 maggio 2019

Pollo pakistano

A dire il vero é la salsa pakistana e non il pollo. E ad insegnarmela é stata la mia amica Ninni che col marito, in Pakistan, ci ha vissuto sette anni. La salsa é a base di yogurt denso, quello greco é perfetto. A questo si aggiunge soia e aceto più un bel cucchiaino di curry e uno di curcuma. L'ho utilizzata per dare sprint ad un petto di pollo grigliato. Nuova e gustosa.

giovedì 2 maggio 2019

Maracuja, che passione!

Una gentile amica mi porta dal Perù alcuni dei loro frutti della passione. Non sono come quelli tondi e marroni a cui sono abituata ma gialli e un pochino a pera. E il gusto é più delicato, una bontà! Li avevate mai visti?

sabato 27 aprile 2019

Mattonella di riso

Una mattonella bicolore, di riso Venere e riso Carnaroli. E nel cuore il ragù leggero leggero che mi ha insegnato Maria Luisa più fettine di fontina. Vi dico subito come fare questo ragù. Con solo vitello tritatissimo cotto in un soffritto di solo sedano e carota. Sfumatura con vino bianco,un dadino e solita passata di pomodoro. Cottura lenta, per almeno un 'ora e mezzo. Ho cotto il riso bianco e l'ho tenuto da parte. Il riso Venere richiede una cottura di circa mezz'ora e più. Poi li ho mescolati condendoli con un filo di burro e parmigiano. Ho unto e spolverato di pangrattato una teglia quadrata e poi l'ho foderata con i due risi. Ho messo al centro ragù e formaggio e ho ricoperto con il rimanente riso. Qualche ricciolino di burro e in forno per mezz'ora abbondante. Ho atteso 5 minuti circa per sformare la mia mattonella e l'ho servita.

mercoledì 24 aprile 2019

La tartare più allegra

Piccolissima idea per la più semplice delle tartare. Un ovetto di quaglia fritto e un rametto verde - in questo caso di timo - rendono il piatto di carne, olio e sale più allegro. Basta poco, a volte...

sabato 20 aprile 2019

E per Pasquetta paccheri al pesto di zucchine

Sono convinta che il tradizionale picnic di Pasquetta lo facciano in pochi. Quindi, propongo un buon piatto di pasta, un pochino nuovo e comunque appetitoso. Ho condito i paccheri con un pesto fatto di zucchine e menta. O meglio, per tre persone, con una zucchina cruda tritatissima assieme a 4-5 foglie di menta e un pugno di pinoli, il tutto  reso salsa con olio e parmigiano. Conditi i paccheri, ho aggiunto un cucchiaio di buona salsa di pomodoro su ciascun piatto e ho decorato con rondelle fritte di zucchina. Piacevole primo di primavera!

giovedì 18 aprile 2019

Corolle ai piselli

Buona Pasqua con le facili corolle! Chi non sa fare queste scodelline di parmigiano (o padano o pecorino)? Basta versare in un padellino antiaderente e ben caldo delle cucchiaiate di formaggio, appiattirlo per dare una forma tonda e poi, prima che scurisca, togliere il cerchietto e appoggiarlo sul fondo di un bicchiere rovesciato. In pochi attimi, la corolla é pronta. Si può fare anche il giorno prima di quando si servirà. Il ripieno. Può essere un'insalatina, due uova strapazzate (al tartufo?), una mousse di asparagi, degli spinaci al burro  o una purea di piselli come nel mio caso. Ho lessato i piselli, li ho frullati con un tuorlo e del formaggio grattugiato, ho sentito se occorreva sale e ci ho riempito le corolle. Belline e buone. La farcitura va fatta all'ultimo momento pena il rammollimento del fondo delle corolle.

lunedì 15 aprile 2019

Le fave poverelle

La foto é bruttina (anche perchè ho sbagliato piatto) ma questo contorno appartenente alla tradizione pugliese é appetitoso. Occorrono fave (un chilo e mezzo col baccello basteranno per tre persone), un pugno di menta, il succo di un grosso limone, un pugno di pangrattato, un pugno ben più abbondante di pecorino, olio evo ed eventuale sale. Le fave si lessano in acqua salata. La menta si trita finemente. Il pangrattato e il pecorino si impastano con il limone e l'olio lasciando una salsa molto morbida a cui si unirà la menta. Quindi, ci si condiscono le nostre fave. Si assaggia e si aggiusta di sale se occorre. Credo che potrebbe servire anche come condimento di una pasta corta da servire fredda. Che ne dite?

giovedì 11 aprile 2019

Tartare di primavera

Mi hanno regalato della cicoria di campo. L'ho lessata in acqua salata e poi l'ho condita con olio e limone. Il tonno, debitamente abbattuto, é stato tagliato a dadini e anch'esso condito con olio evo, sale, pepe e limone. Montati i due ingredienti con l'aiuto di un coppapasta, il piatto é pronto. Può essere un antipasto di festa o addirittura un piatto unico ad un mezzogiorno in cui si abbia comunque voglia di trattarsi bene.

sabato 6 aprile 2019

La vignarola rivisitata

I romani inorridiscono? Chiedo scusa ma questo vizio di modificare anche poco poco le ricette non riesco a togliermelo. E la vignarola, una padellata classica a Roma, é stata la mia ultima vittima. Ho aggiunto quei peperoncini verdi esotici di nome ocra. Sono di sapore delicato e noiosissimi da pulire. Bisogna aprirli e togliere con pazienza i mille semini che nascondono più le parti bianche un po' coriacee. Fare la vignarola é molto semplice. Olio e aglio per cominciare. Poi vanno stufate le verdure aggiungendo un dadino o sale. Bisogna tenere presente che i tempi di cottura sono diversi. Le fave richiedono più tempo (almeno 20 minuti), poi si aggiungeranno in padella gli okra assieme ai carciofi (almeno un quarto d'ora) e infine i piselli che comunque io lesso al dente prima di unirli al resto. E il piatto é pronto.

mercoledì 3 aprile 2019

Bucatini mediterranei

Semplici, profumati e gustosi. Questi bucatini sono stati conditi così.
Ho messo del pangrattato in un padellino antiaderente fino a leggera doratura. A parte ho sciolto qualche acciuga in poco olio evo. Avevo stufato in olio e aglio dei pomodorini che avevo leggermente salato. Una volta cotta al dente la pasta, l'ho spadellata con questi ultimi e poi, nella zuppiera, ho aggiunto l'olio alle acciughe spolverando infine con il pangrattato e dell'origano. Appena appena laboriosa ma molto appetitosa.

lunedì 1 aprile 2019

I PESCI DEL NORD



Sono stata a Bergen, cittadina  norvegese deliziosa, e vi ho mangiato i migliori pesci e molluschi della mia vita. Granchi giganti (i king crab), salmoni selvaggi, merluzzi, aragoste, maxi ricci, astici... Freschezza indicibile. Vale il viaggio la cosiddetta Pescheria sul porto!

sabato 30 marzo 2019

Riso al salto in festa

Non si tratta di una ricetta ma di un'ideuzza secondo me carina. Fatto il riso al salto, lo si mette in forno con due fettine di mozzarella e un pomodorino e, prima di servirlo, lo si decora con foglioline di basilico.

giovedì 21 marzo 2019

Bucatini alla mousse di pomodorini secchi

Un'amica, sere fa, ci ha offerto tra gli stuzzichini degli appetitosi pomodorini secchi ripieni di mousse di tonno. Da questi nasce l'idea dei miei bucatini di oggi. Anche perchè ho trovato in commercio una mousse di pomodorini secchi... Quindi, assieme a questa ho frullato del tonno ben sgocciolato con un filo di olio, poche foglie di basilico e un sospetto di peperoncino. Poi, mentre la pasta cuoceva ho allungato questa salsa con acqua di cottura. Le dosi? A occhio e a piacere. Questo gustoso primo é stato apprezzato, garantisco.

venerdì 15 marzo 2019

Petto di pollo farcito

Non so perchè ma ho una passione per ripieni, farciture e via dicendo. Stavolta avevo sottomano dei petti di pollo. Li ho fatti a fettine che ho coperto con prosciutto cotto, ho spalmato questo di senape, ho messo dei tocchetti di fontina e ho avvolto la mia carne. Poi, la cottura più o meno é stata come al solito: in olio, salvia e rosmarino, sfumando con vino bianco, salando e pepando. E il petto di pollo, solitamente insapore, é diventato un gustoso secondo.

lunedì 11 marzo 2019

La pizza dolce di popcorn

Uno sfizio per la merenda dei ragazzi. Un dolcetto moderno: il vagamente salato dei popcorn si sposa col vagamente dolce del cioccolato fondente. Facilissimo e veloce.
Quel che occorre:
3 hg di cioccolato fondente (almeno 70% cacao)
15-20 g popcorn
1 grossa manciata di mandorle tostate
1 piccola manciata di pistacchi
Mettiamo su un piatto uno strato di popcorn. Facciamo sciogliere il cioccolato e versiamolo sopra. Spolverizziamo con mandorle e pistacchi e mettiamo in frigorifero. Tutto qui. Verrà apprezzato non solo dai ragazzi!

giovedì 7 marzo 2019

Zuppa di fine inverno

Facile, non velocissima, buona e salutare.
Per 3-4 persone ho usato:
1 mazzetto di cavolo nero
4 patate medio-piccole
3 manciate di ditalini
1 peperoncino
olio, aglio, sale, vino bianco, dado
+ parmigiano o pecorino
In olio e aglio e un peperoncino si stufano il cavolo (che va "sfilettato" adeguatamente visto che la costola é eccessivamente dura), si uniscono a tocchetti le patate, si profuma di vino bianco, si sala e si mette da parte. In brodo quanto basta si cuociono i ditalini e poi si versano in pentola con le verdure frullate. Togliendo o no aglio e peperoncino. Si fa riscaldare e la zuppa, della densità che si vuole, si può servire. Con pecorino o parmigiano e un giro quasi impercettibile di olio buono.

domenica 3 marzo 2019

Allegria! Per noi milanesi comincia il Carnevale!

Queste mele glassate e decoratissime sono decisamente carnevalesche. E, invece, le ho fotografate a Oslo subito dopo Natale. Questa mi é parsa comunque una bellissima immagine per festeggiare il carnevale ambrosiano che va  a incominciare.

giovedì 28 febbraio 2019

La pizza di scarola

E' un classico napoletano assai gustoso. Facile da fare e abbastanza veloce. Occorre scarola da pulire e spadellare in olio e aglio. Occorre pasta da pane (reperibile ovunque, anche nei super). Ci vogliono poi uvetta ben ammollata, capperi sotto sale ben sciacquati, olive nere denocciolate, pinoli e acciughe. La pasta si deve stendere in una teglia tonda foderata da carta forno, tenendo presente che ne occorrerà anche per ricoprire la "pizza". Si uniscono tutti gli ingredienti suddetti alla scarola, si aggiusta di sale e si riempie la teglia. Poi si ricopre, si sigilla, si unge di olio e si inforna. Mezz'ora a 180° e la tradizione é servita. Per amore del vero, io avevo in casa dei rotoli di pasta brisè ed ho usato quelli.

domenica 24 febbraio 2019

Mela cotogna ripiena

Mi é parsa simpatica l'idea di farcire la mela cotogna che non ha un sapore deciso e, al contrario delle comuni mele, ha una certa consistenza che la rende adatta al forno. E quindi eccomi in cucina. Prima di tutto, l'ho cotta al vapore per 20-25 minuti. Poi ho scavato il centro e ho mescolato la polpa a vitello tritato, prosciutto cotto sminuzzato, un uovo, due cucchiai di crema di pomodorini secchi (o gli stessi tritati), sale e pepe. In forno per una mezz'oretta e in tavola. Pas mal!

mercoledì 20 febbraio 2019

Il segreto dei saltimbocca alla romana

I saltimbocca alla romana sono un piatto tradizionale conosciuto ovunque. Fettine di carne ricoperte da prosciutto crudo, arrotolate e fermate con una fogliolina di salvia. Vanno cotte in olio e burro, sfumando con vino bianco. Il segreto, se così si può chiamare, é di non salarle! Ci pensa il prosciutto a rendere sapido il piatto. Che é semplicissimo e molto gustoso. Apprezzato non solo a Roma!

domenica 17 febbraio 2019

Peperoni farciti

Si gustano sia caldi, sia freddi. E si possono preparare con grande anticipo.
Occorrono: riso da risotti, datterini, basilico, piselli (anche surgelati), brodo, sale, aglio e olio. E ovviamente dei bei peperoni. Si lessa nel brodo il riso. Quando mancano 6-7 minuti alla fine cottura si uniscono i piselli. Si spadellano in aglio e olio dei datterini con basilico, si salano e poi si passano. Si condisce con questa salsa il riso e piselli ben scolati e si riempiono i peperoni bell'e puliti. Ora passano in forno per un'oretta a 170-180°. Il piatto é pronto!

mercoledì 13 febbraio 2019

Cuore di riso al babaganoush

Un cuoricino appetitoso che si può preparare in anticipo. Non per dire ma a San Valentino può far risparmiare tempo (da dedicare invece che alle pentole, a chiacchiere e coccole...). Il riso é semplicemente lessato e condito con la deliziosa salsa alle melanzane usata per la ricetta Gamberetti al babaganoush. Riassumendo, si fanno cuocere in forno le melanzane (a 80° per un'ora circa) , si estrae la polpa ben cotta e la si condisce con limone, prezzemolo, un filo di olio, sale e peperoncino. Ci andrebbe anche un piccolissimo spicchio di aglio ma per san Valentino lo si eviti! Le mazzancolle sono cotte al vapore e queste sono l'unica cosa da fare all'ultimo momento. Forse ci vorrebbe un po' di colore... Foglie di basilico? Qualche datterino?

mercoledì 6 febbraio 2019

Pie di mele quasi classico

Quanto mi piacciono le torte di mele... Per fare questa, occorrono:
4 mele golden o altre
una manciatina di uvetta
una manciatina di scaglie di cocco da reidratare
1 uovo
5 cucchiai di latte condensato
1 bicchiere di rhum
zucchero di canna
cannella
2 rotoli di pasta brisé
qualche biscotto secco
eventuali roselline di zucchero per decorare
eventuale panna montata di accompagnamento
Si comincia col mettere uvetta e cocco in mezzo bicchiere di rhum. Si fanno a tocchetti le mele (tranne le fettine per la decorazione) e si mettono in padella col resto del rhum fino ad ammorbidirle. Si fodera una teglia rivestita di carta forno con il primo disco di pasta e il fondo si cosparge con i biscotti frantumati finemente. Si sbatte il tuorlo e mezzo albume con il latte condensato. Si riempie la teglia con le mele, l'uvetta e il cocco, si zucchera un pochino, si spruzza di cannella e si versa il composto uovo-latte. Si ricopre con la pasta brisé restante e si lucida di chiara d'uovo. Si decora con le mele e si zuccherano un pochino pure loro. In forno 45-50 minuti a 180°. Poi si sistemano le roselline e si serve con l'eventuale panna montata o, se preferite, con gelato di crema o panna.

sabato 2 febbraio 2019

Il coniglio si é...stufato

Appetitosissimo questo piatto, che si fa così.
Per 3-4 persone occorrono:
4 bei pezzi di coniglio
una manciata di dadi di pancetta
olio e aglio
una costa di sedano
una carotina
6-7 dadi di zucca
il cuore di un finocchio
1 falda di peperone
2 bicchieri di vino bianco
foglia di alloro,  un rametto di timo
peperoncino in polvere
sale, pepe
In olio e aglio, si soffrigge la pancetta e vi si fa colorire il coniglio. Si tritano le verdure e si uniscono, assieme all'alloro e al timo, e si fanno stufare. Quindi, si sommerge il tutto di vino e si continua a cuocere lentamente per una mezz'ora. Si sala, si pepa e si spruzza di peperoncino. Si raccattano le verdure e si passano. La ricetta che mi hanno dato le amiche prevede tra le verdure porro e cipollina che purtroppo a casa mia non sono accettati. Quindi, si riscalda la carne e si impiatta. Davvero gustoso!

domenica 27 gennaio 2019

Maltagliati con i carciofi

Un primo piatto fatto per amore dei carciofi. Che io adoro e mangerei anche con il cappuccino! Li ho tagliati a fettine sottili e li ho spadellati in olio e aglio e poi sfumati con un goccio di vino. Un carciofo a testa puo' essere la dose giusta. Ho lessato velocemente in acqua salata con un cucchiaio di olio dei maltagliati (acquistati per una pasta e fagioli e avanzati) e li ho finiti di cuocere in padella coi carciofi. Tre minuti nell'acqua bollente, un minuto in padella e il piatto é pronto: una grattata di pecorino e qualche noce sopra e in tavola.

domenica 20 gennaio 2019

Una ribollita velocizzata

Potevo intitolare questo post "la scoperta del cavolo nero". Difatti, confesso di non avere mai mangiato il cavolo nero fino a pochi giorni fa. Me lo trovo davanti sul banco del mercato e voglio provarlo. Ma una volta acquistato, mi si é posto il problema di che fare con questa deliziosa crucifera. Tentiamo la famosa ribollita? La mia versione farà inorridire qualsiasi toscano. Già lo so. Sorry about that... L'ho velocizzata questa ribollita e non solo. Si scosta dalla versione classica anche perché al posto delle coste ho usato il bock choy, un loro "cugino" altrettanto buono. Per raggiungere... il peggio, ho anche usato una bella scatola di cannellini in scatola! Comunque, di un'ottima marca: Il Viaggiatore goloso. Dunque, cominciamo da qui. Dopo averli sciacquati, una metà l'ho passata. Ho rosolato in olio e aglio la parte tenera del cavolo nero unendo un paio di pelati schiacciati. Dopo aver rosolato in un'altra padella anche dei mini dadini di pancetta, ci ho aggiunto della patata a pezzetti, della verza tritata e poi le mie "coste esotiche" pure tagliuzzate. Ho riunito tutto in una pentola di buon brodo fumante e ho terminato di cuocere. Ho aggiunto i cannellini interi e la passata e ho fatto scaldare bene. Nella zuppiera ho messo alcune fette di pane casereccio raffermo, le ho ricoperte di parmigiano e ho versato sopra brodo e verdure. Voilà, la mia ribollita era pronta. Ed é stata un discreto successo.

lunedì 14 gennaio 2019

Zucchine farcite

Anche le zucchine-sai-di-niente diventano un piatto gustoso con questo ripieno. Prosciutto crudo, doppia quantità di carne di vitello e maiale (la coppa va benissimo), mollica imbibita di latte e strizzata, pecorino e uovo. Si riempiono le zucchine salate e si infornano per quaranta minuti circa.

venerdì 11 gennaio 2019

Scaloppine novaresi

Il gorgonzola di Novara é famoso: cremoso, dolce, maturo al punto giusto. E il gorgonzola si sposa bene con le noci... Sicchè, una salsetta ottenuta da questo ottimo formaggio allungato con un filo di latte é strepitosa su scaloppine classiche arricchite da qualche gheriglio.

venerdì 4 gennaio 2019

La buona, buonissima minestra di carciofi di M. Luisa

Davvero un comfort food delizioso, molto facile da fare. Giusto occorre la pazienza di pulire e scartare molto bene i carciofi (diciamo tre a testa). Fatti a fettine, vanno cotti in poco olio assieme a della cipolla di Tropea. Poi si aggiunge qualche tocchetto di patata e si copre di brodo, finendo la cottura. Si deve disporre di ottimo brodo per servire la nostra minestra, questo é un must. Nella scodella si pone una fetta di pane casereccio, la si ricopre di emmental grattato a lamelle, si versano i carciofi e si versa del brodo bollente. Se non l'avete mai fatta, provatela!